LA CHIESA MADRE

La Chiesa Madre è dedicata ai Santi Costantino ed Elena. Risale agli inizi del 1600, è di stile barocco e presenta tre navate. Nel 1845 sono state realizzate le maioliche poste sulla facciata, che raffigurano San Costantino (al centro), San Pietro (a sinistra), San Paolo (a destra).

La chiesa, costruita secondo i canoni del rito romano, ha subito delle trasformazioni negli anni 50 del XX secolo, quando il presbiterio costruito secondo il rito latino è stato adattato al rito bizantino. Con i lavori di consolidamento terminati nel 1998 è stata costruita l’Iconostasi, una balaustra di legno che divide la chiesa in due parti, il santuario o “vima” dove è posto l’altare, e la navata , dove sono posti i banchi per i fedeli. Esse simbolicamente, rappresentano rispettivamente il cielo e la terra.

Il Santuario o vima è separato dal resto della chiesa da una parete ornata da icone e munita da tre porte. Da quella principale, detta anche “Porta Reale”, può entrare ed uscire solo il sacerdote rivestito dai paramenti sacri.

L’iconostasi presenta dodici icone raffiguranti le principali feste del calendario bizantino ed altre icone quali quelle dell'ultima cena, del Santo Patrono, della Madonna Odigitria, del Cristo, di San Giovanni Battista, del Crocefisso,  dell'Annunciazione e dei due Arcangeli.

Di grande importanza artistica sono  l'icona dell'Ascensione, posta sul solaio di  34 mq e l’icona del Giudizio Universale posta sulla porta d’ingresso di 60 mq. Inoltre, si possono ammirare alle pareti diverse icone come  quelle di San Costantino, Santa Lucia, ecc..

Le icone non sono semplici quadri a soggetto religioso ma hanno un grande significato teologico. Esse sono il luogo della presenza divina, una finestra sul mistero dell’incarnazione, ed avvicinano gli uomini alla comprensione di Dio.

 Di altra importanza artistica sono gli stupendi affreschi dai colori bizantini, come il Patocrator, la Madonna del Segno, la  Natività , la Deposizione dalla Croce, la Comunione degli Apostoli.

 

 

IL SANTUARIO E LA FESTA DELLA MADONNA DELLA STELLA

Seminascosto tra cerri e ulivi sorge a poca distanza dal centro abitato il Santuario della Madonna della Stella edificato nel XVII secolo su un preesistente edificio bizantino del X-XI secolo, come testimonia la sua tipica cupola a calotta con tetto a gradinata poggiante su tamburo quadrato. La Chiesa conserva affreschi attribuiti a Belisario Corinzio del sec. XVII. 

 

L'ETNOMUSEO DELLA CULTURA ARBËRESHE

L'Etnomuseo della Cultura Arbëreshe è ubicato nel centro storico del paese, all'interno di un palazzo signorile dell'800. Le Sale espositive sono ubicate su due livelli, piano terra e primo piano. L'Etnomuseo ospita gli antichi abiti, gli attrezzi della civiltà contadina, un antico telaio con il quale venivano realizzati i tessuti di ginestra e altri oggetti caratterizzanti della nostra etnia. E' un luogo dove si possono toccare con mano le tradizioni, gli usi e i costumi di un antico popolo, quello Arbëresh, che nonostante lo scorrere del tempo, ha conservato inalterati nei secoli, tutte le peculiarità della terra d'origine.

Per informazioni contattare il n. 3492316043.

 

LA CASA PARCO

La Casa Parco è un contenitore culturale dove sono esposte una serie di mostre etnografiche sulla nostra comunità e dove sono esposti, in dimensioni ridotte, i Nusazit, i pupazzi pirotecnici realizzati e fatti esplodere in onore della Madonna della Stella, protettrice del nostro paese, la seconda domenica di maggio.

Al suo interno è ospitato il museo dell’etno-botanica con l’esposizione di piante officinali e laboratori dell’olfatto, con apposito leggio a tecnologia multi touch utile a rendere interattivi la visita ed il tema trattato. Inoltre si può ammirare un diorama con all’interno la flora e la fauna del Parco Nazionale del Pollino.

Nella struttura vengono conservati gli strumenti musicali tradizionali di San Costantino Albanese, la surdulina e la zampogna, ed altri strumenti. Vi è una ricca esposizione di fotografie sulle tradizioni religiose ed una interessantissima esposizione di pannelli su usi, costumi e tradizioni  del nostro paese.
Per informazioni contattare il n. 3492316043

 

 

 

IL VOLO DELL'AQUILA

Il “Volo dell’Aquila” è una struttura sportiva per il tempo libero che consente ai visitatori di provare l’esperienza di un volo simulato. La manovra di volo viene effettuata in automatico mediante un sistema a funivia al quale è agganciata una struttura simile ad un deltaplano. Dopo aver indossato adeguate cinture con l’aiuto del personale, i passeggeri vengono agganciati alla barra centrale del deltaplano e iniziano la corsa all’indietro verso la stazione di rinvio con lo sguardo rivolto all’alta valle del Sarmento e alle cime del Pollino, sorvolando i tetti del centro storico della piccola comunità arbëreshe.

La stazione di partenza è posta a 579 msl nei pressi del campo sportivo mentre quella di rinvio è posta a 853 msl su Timpa Difesa, altura che sovrasta il centro abitato. Il dislivello è di 274 metri, la lunghezza della corsia di percorrenza è di 984 metri, la velocità di salita è di circa 50 km/h mentre quella di discesa è circa 90 km/h. Sul deltaplano potranno trovare alloggio 4 persone. L’altezza minima dei passeggeri è di 130 cm e l’età minima di anni 10. Il volo dell’Aquila è un’esperienza unica dove divertimento e un pizzico di adrenalina sono assicurati!

Per informazioni e prenotazioni  www.volodellaquilabasilicata.it 

 

 

 

IL PARCO AVVENTURA "POLLINO OUTDOOR PARK"

Il Parco Avventura consiste in una serie di attività fisiche all’aperto dove ci si diverte in totale sicurezza, passando da un albero all'altro grazie a piattaforme sospese, cavi d'acciaio, ponti tibetani, tirolesi (carrucole), corde e scale, mettendo alla prova l’equilibrio e la concentrazione insieme a un po' di esercizio fisico.

Tutti i percorsi sono effettuati indossando un equipaggiamento di sicurezza DPI, composto da imbragatura, corde con moschettoni  e dissipatore, carrucola, guanti e caschetto.

Il Parco di San Costantino Albanese presenta sette percorsi di varia difficoltà di cui tre dedicati ai bambini. I percorsi per i ragazzi e gli adulti sono 4, il verde con altezza massima di 4,5 metri da terra, il blu, con pedane ad altezza massima di 5 metri da terra, il rosso, con altezza variabile e con difficoltà medio-alta e il viola formato da sole carrucole tirolesi, lunghe e panoramiche.

Inoltre, sono a servizio del parco,  due box in legno, uno utilizzato come reception e un altro dove sono alloggiati i servizi, un’area pic-nic, la segnaletica didascalica e un’area parcheggio. La struttura è gestita dall’associazione sportiva Pollino Outdoor Park di San Costantino Albanese.

Il parco è inserito in un suggestivo bosco di cerri a breve distanza dal paese e dai luoghi più suggestivi del Parco Nazionale del Pollino ed è facilmente raggiungibile.

La struttura è stata pensata per il turismo scolastico e per gli amanti degli sport all’aperto.  Con i suoi circa 50 atelier (attività), è uno dei più grandi dell’Italia meridionale.

Per informazioni e prenotazioni contattare i numeri 3405972599 - 3425992756

 

torna all'inizio del contenuto